CASA DEL FASCIO – CASERTA

Lavori – Pubblico

Respirare l’aria del cantiere permette al progettista di scrivere una storia, di esplorare, come un visitatore fa in una città nuova e misteriosa. Materiali che si combinano tra loro, colori e luce che filtra attraverso le vetrate e la polvere. Le luci posticce e casuali dei proiettori di cantiere mostrano aspetti e particolari sconosciuti, creano la scena, trasmettono sensazioni.

È fondamentale, per chi progetta la luce, rivolgere la propria attenzione all’uomo, alla percezione e all’architettura. Capire e sentire l’ambiente che circonderà la persona, e immaginarsi come si sentirà in quel luogo, come la luce influirà sul suo stato subliminale.

Mettere le persone a proprio agio significa, come diceva Fellini, colorare con piccoli e grandi pennelli il mondo della fantasia e quello della realtà, una luce discrezionale e tecnica per lo spazio di lavoro, una luce calda e accogliente, variabile, per l’ambiente, fatta anche di ombre, di accenti e di colore. Il cantiere è una grande macchina dove i materiali, protagonisti, sprigionano energia che il progettista deve recepire e trasformare in idee.

Crediti

Categoria
Pubblico

Cliente
Arch. Raffaele Cutillo

Località
Caserta

Architetto
Raffaele Cutillo

Fotografo
Luigi Spina

Incarico
Illuminazione Interna ed Esterna

Lighting Design
Filippo Cannata

Lighting Design Team
C. Masone, A. Caruso

Data Completamento
2008

Download

Casa Del Fascio - ITA
Casa Del Fascio - ENG
Casa Del Fascio - FRA

Richiedi il parere dell’esperto

per una soluzione personalizzata

Aeroporto Gelendzhik Filippo Cannata
Presentazione Less Ego More Eco - A3